ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'opposizione bielorussa verso un'altra notte di proteste. Più di 100 arresti

Lettura in corso:

L'opposizione bielorussa verso un'altra notte di proteste. Più di 100 arresti

Dimensioni di testo Aa Aa

Alcune centinaia di dimostranti anti-Lukashenko occupano ancora la piazza Ottobre nel centro di Minsk. La polizia si è mantenuta ai margini dell’assembramento. Non per questo la sua azione è stata meno efficace. 108 attivisti sarebbero stati arrestati, secondo le associazioni bielorusse per i diritti umani. Fra loro forse anche i due figli del principale leader dell’opposizione Alexandr Milinkevic.

Milinkevic ha nuovamente dato appuntamento alla folla per questa sera, per laterza nottata di mobilitazione il cui obiettivo è l’annullamento, e la ripetizione entro luglio, delle elezioni presidenziali che anche l’Unione Europea e l’OSCE hanno definito non democratiche. “Sto aspettando che qualcuno venga a darmi il cambio – diceva questa mattima una manifestante – Mi piacerebbe dormire almeno un po’. Sono in piedi da più di 12 ore. Più tardi tornerò qui se ci riesco”. Il problema è tenere perché il movimento non si sfaldi. Domenica, alla chiusura delle urne, in piazza Ottobre i dimostranti erano 10 mila, poi sono diventati 7 mila, poi 4 omila. E oggi a tenere alta la bandiera dell’opposizione ad Alexandr Lukashenko c’era meno di mezzo migliaio di persone. Lukashenko conta proprio su questo, sulla stanchezza del movimento, e non ha impedito la tenuta di manifestazioni di protesta che il potere autocratico bielorusso non ha mai consentito in passato.