ULTIM'ORA

Lettura in corso:

L'occidente condanna le elezioni in Bielorussia definendole anti-democratiche


mondo

L'occidente condanna le elezioni in Bielorussia definendole anti-democratiche

Parlano a una sola voce Unione Europea, Stati Uniti e Osce. Lukashenko, al potere dal ’94, è stato eletto domenica con l’82,6% dei voti per un terzo mandato: resterà in carica altri 5 anni. Secondo gli osservatori dell’Organizzazione per la Cooperazione e Sicurezza Europea le consultazioni non possono essere considerate “libere e trasparenti”. L’Unione europea sta valutando il da farsi. Il ministro degli esteri austriaco Ursula Plassnik per la presidenza di turno dell’Unione:

“Abbiamo avviato un confronto che include anche la possibilità di misure restrittive contro i responsabili delle azioni fraudolente compiute durante il processo elettorale” Washington ha dichiarato che queste consultazioni lasceranno invariato l’isolamento del paese e si è detto a favore di nuove presidenziali. Il portavoce del Dipartimento di Stato Sean McCormak: “Gli Stati Uniti non possono considerare legittimi i risultati annunciati dalla commissione elettorale bielorussa”. Tra i pochi leader a complimentarsi con Lukashenko, il presidente russo Vladimir Putin. Mentre tra le ex repubbliche sovietiche solo l’Ucraina si è pronunciata bocciando lo scrutinio.
Storie correlate:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Iraq, soldati Usa accusati del massacro di 15 civili inermi