ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Già al 4 anno in Iraq: Bush tenta di rassicurare gli americani

Lettura in corso:

Già al 4 anno in Iraq: Bush tenta di rassicurare gli americani

Dimensioni di testo Aa Aa

La Casa Bianca sta seguendo una strategia che porterà alla vittoria in Iraq: di questo George Bush ha tentato di convincere la scettica opinione pubblica statunitense nel giorno del terzo anniversario dall’inizio dell’invasione.

Il presidente ha citato il caso di Tal Afar, la città al confine con la Siria che l’esercito americano aveva liberato dalla presenza terroristica ma dove gli insorti erano tornati appena partite le truppe. Ora – ha detto Bush – le forze americane sono lì di nuovo, dando la possibilità all’esercito iracheno di formarsi meglio per difendere quella che è adesso “una città libera che dà speranza per il futuro dell’Iraq”. Insomma, il percorso è lungo ma alla fine la democrazia si imporrà contro il terrorismo. Non la pensano così i manifestanti che ieri lungo il fiume Potomac hanno tentato di portare una finta bara da Washington fino al Pentagono. Il funerale è senz’altro quello della popolarità di Bush, che con l’indice di approvazione al 36% è al suo minimo record ed è diventato il presidente degli Stati Uniti più impopolare dopo il Richard Nixon dei tempi del Watergate.