ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia, studenti di nuovo in piazza contro il contratto di primo impiego

Lettura in corso:

Francia, studenti di nuovo in piazza contro il contratto di primo impiego

Dimensioni di testo Aa Aa

Ancora una giornata di proteste in Francia, ancora migliaia di giovani in strada contro il contratto di primo impiego, la riforma voluta dal Governo per favorire le assunzioni nelle imprese ma che gli studenti giudicano invece come la legalizzazione del precariato.Università e licei sono in gran parte paralizzati e il Paese si prepara allo sciopero generale del 28 marzo, proclamato dai sindacati. Sindacati che hanno respinto la proposta del primo ministro Dominique de Villepin d’intavolare un negoziato per modificare alcuni punti della legge, che il premier non intende in ogni caso ritirare, come ha precisato oggi a una riunione del suo partito Ump.L’opposizione socialista è molto critica: “E’ troppo tardi, oggi, proporre un negoziato – dice Jean Marc Ayrault, presidente del gruppo socialista all’Assemblea nazionale -.

Il primo ministro ha calpestato i partner sociali, umiliato il parlamento legiferando per decreto, ignorato le manifestazioni. Nessuno crede più alla sua parola, alle sue pseudo-concessioni”.Il contratto di primo impiego sta diventando un boomerang per la maggioranza conservatrice che governa la Francia. Una questione capace di condizionare in modo pesante le elezioni presidenziali e politiche del 2007, dove lo stesso Villepin potrebbe presentarsi come candidato presidente. Anche all’interno dell’Ump si va delineando uno schieramento favorevole al ritiro della legge.