ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia: inchiesta sul caso di un sindacalista in coma dopo gli scontri

Lettura in corso:

Francia: inchiesta sul caso di un sindacalista in coma dopo gli scontri

Dimensioni di testo Aa Aa

Non aiuta a far abbassare la tensione in Francia la notizia di un sindacalista ricoverato, dopo gli scontri di sabato, in stato di coma.

Cyril ferez, 39 anni, membro del sindacato di sinistra Sud Ptt, sarebbe stato preso a calci dagli agenti della polizia, stando a un fotografo che si trovava sul posto. I poliziotti respingono questa versione, dicendo che l’uomo in evidente stato di ubriachezza giaceva a terra, a quel punto lo hanno protetto formando uno scudo uomano intorno a lui. Marie era lì: “Una volta giunti, i soccorritori l’hanno rianimato e portato sull’ambulanza. Abbiamo potuto notare che dentro il mezzo Cyril parlava con qualcuno, aveva il viso pieno di sangue, ma si era ripreso”. L’ispettorato generale dei servizi, la polizia delle polizie, ha aperto un’inchiesta per risalire agli agenti coinvolti nell’episodio. Frédéric Lagache del sindacato “Police Alliance” “Non sappiamo se sia rimasto vittima dei vandali, o di un’azione violenta degli agenti. Non si sa ancora niente. Ricordo che si trovava in uno stato evidente ubriachezza”. La sorte dell’uomo potrebbe costringere il governo a fare un passo indietro sul Cpe.