ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'opposizione bielorussa non molla

Lettura in corso:

L'opposizione bielorussa non molla

Dimensioni di testo Aa Aa

Alexandr Milinkevic, il principale avversario di Lukashenko alle presidenziali di ieri in Bielorussia ha invitato i suoi sostenitori a scendere stasera di nuovo e ancora più numerosi in strada al centro di Minsk per contestare la vittoria di colui che è considerato il padre padrone della Bielorussia.

“Quella di Lukashenko – ha accusato – è una presa non costituzionale del potere. Non riconosciamo assolutamente i risultati elettorali. Lukashenko non aveva nemmeno il diritto di candidarsi”. Per l’opposizione, infatti, è di dubbia legittimità il referendum con cui due anni fa, si è eliminata la clausola che limita a due anni i mandati presidenziali. Pur mostrando la sua soddisfazione per il fatto che molti hanno dimostrato ieri sera contro la “vittoria-farsa” di Lukashenko, in strada sono scese circa 10 mila persone, per smuovere il regime vetero-sovietico, Milinkevich ha affermato che di gente in piazza ce ne vorrà “dieci volte di piu”.