ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bielorussia: oltre 10 mila in piazza contro Lukashenko

Lettura in corso:

Bielorussia: oltre 10 mila in piazza contro Lukashenko

Dimensioni di testo Aa Aa

Oltre 10 mila persone si sono raccolte alla piazza d’Ottobre a Minsk per protestare contro il risultato delle elezioni presidenziali bielorusse.

Guidati dal principale leader dell’opposizione Alexandre Milinkievic, i manifestanti hanno denunciato brogli. Non riconoscono la vittoria di Alexandre Lukashenko, che secondo risultati parziali, avrebbe ottenuto circa il 90 per cento dei voti. Ha partecipato alla manifestazione pacifica anche il secondo candidato dell’opposizione Aleksander Kosulin, mentre un maxischermo trasmetteva la televisione di stato con le immagini del presidente Lukashenko. “Credo – ha detto Milinkievic – che ci sia un clima eccellente. questo non è solo un meeting, una semplice manifestazione: è la festa della rinascita del popolo bielorusso. Volevano metterlo in ginocchio, intimidirlo, ma il popolo non si è lasciato fare. Questo è il nostro popolo”. L’opposizione chiede un ballottaggio, tra Lukashenko e Milinkievic, sostenendo che il presidente non avrebbe raggiunto la soglia del 50 per cento. Alcuni manifestanti hanno deciso di restare in piazza. Altri si sono dati appuntamento a questo lunedì. Per ora le minacce del governo di usare la forza contro i dimostranti non si sono realizzate. Nella piazza, bandiere bielorusse, vietate dal regime che ha reinstaurato quelle dell’era sovietica. Ma anche le bandiere dell’Unione europea, e quelle dell’Ucraina, che con la rivoluzione arancione è l’esempio da seguire per l’opposizione. Milinkievic si è infatti augurato una rivoluzione in blu jeans per il suo paese. E promette la liberalizzazione dell’economia, più libertà per i media e la giustizia, oltre a una riduzione delle prerogative del presidente.