ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tre anni fa iniziava la guerra in Iraq, lontana la sua normalizzazione

Lettura in corso:

Tre anni fa iniziava la guerra in Iraq, lontana la sua normalizzazione

Dimensioni di testo Aa Aa

A tre anni dall’inizio del conflitto in Iraq, la stabilizzazione del Paese è ancora lontana. Le operazioni militari non arginano la violenza sul terreno.

Nelle scorse ore le forze americane hanno sferrato un attacco contro Duluiya, vicino a Ramadi, per stanare terroristi rifugiati nella cittadina sunnita. L’attacco è costato la vita a un’intera famiglia. L’operazione contro Duluiya segue di qualche giorno quella di Samarra, che finora ha portato all’arresto di un’ottantina di guerriglieri e al sequestro di 15 depositi d’armi. Uno scenario di guerra che non è stemperato dalle dichiarazioni dei personaggi di spicco della politica irachena, come Iyad Allawi, l’ex premier ad interim, che ha parlato di un paese sul bordo della guerra civile. In risposta a Allawi, è intervenuto il presidente Talabani, che ha assolutamente escluso quest’eventualità. A Baghdad sunniti, sciiti e curdi non riescono a trovare un’intesa per formare un governo d’unità nazionale, mentre la violenza settaria non dà tregua in tutto il paese.Un attentato è stato messo a segno stamani nel centro di Kerbalà, la città santa sciita, senza fare vittime. L’attacco arriva nei giorni della festività sciita dell’Ashura che, dalla caduta del regime di Saddam, richiama nella città circa due milioni di pellegrini ogni anno.