ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Contro la precarizzazione, i sindacati minacciano lo sciopero generale

Lettura in corso:

Contro la precarizzazione, i sindacati minacciano lo sciopero generale

Dimensioni di testo Aa Aa

Minacciano lo sciopero generale i sindacati e gli studenti francesi, se entro 48 ore il governo non ritirerà il contratto di primo impiego.

Dopo la giornata di mobilitazione di ieri, che si è conclusa con circa 200 fermi, 166 nella sola Parigi, e decine di feriti, non cala la tensione oltralpe. Il fronte sindacale è unito contro il provvedimento governativo. “Prendiamo un po’ di tempo e chiediamo al governo di fare altrettanto per valutare la situazione. Decideremo in base alle conclusioni dell’esecutivo il da farsi”. La protesta contro il provvedimento che consente a un datore di lavoro di licenziare senza giusta causa nei primi due anni di lavoro un giovane con meno di 26 anni. Il leader del collettivo universitario di Digione: “Convocheremo uno sciopero generale. Faremo il punto della situazione per vedere come continuare la protesta. Discuteremo anche del blocco che interessa molte università”. La sospensione dell’attività didattica per la protesta degli studenti comincia a estendersi anche ai licei e non solo quelli della capitale. Ma è proprio a Parigi, che si sono registrati gli scontri più imponenti durante la manifestazione di ieri. “Sono a favore del ritiro del Cpe, ma sono contro la violenza e la distruzione”, dice un uomo. Oltre venti i feriti, fra i quali anche agenti della polizia. Quattro auto sono state date alle fiamme. Ingenti i danni a edifici pubblici e privati. Il 68% percento dei francesi è contro il Cpe e condivide la protesta ma le frange estreme del movimento rischiano di screditarla.