ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Un ultimo bagno di folla ai funerali di Milosevic

Lettura in corso:

Un ultimo bagno di folla ai funerali di Milosevic

Dimensioni di testo Aa Aa

Un bagno di folla ha accompagnato nel suo ultimo viaggio Slobodan Milosevic.

A rendere l’estremo saluto all’ex presidente serbo, si sono ritrovati oggi a Belgrado 50 mila cittadini, nostalgici di un passato che ai più fa orrore. Una prova di forza dei nazionalisti, che hanno acclamato il loro eroe, in quella stessa piazza dove sei anni fa la folla decretò la sua cacciata. Un messaggio forte alle autorità di Belgrado, che invece non hanno reso gli onori di stato all’ultimo presidente Jugoslavo, liquidando le onoranze funebri con una breve cerimonia. Ma anche manifestazioni anti-Milosevic hanno animato le vie della capitale serba. Alle esequie non hanno partecipato la moglie e il figlio, che malgrado le garanzie di immunità giudiziaria per tutto il periodo dei funerali, hanno preferito non rimettere piede in patria. Assecondando l’ultimo desiderio di Milosevic,la salma è stata sepolta nella cittadina natale di Pozarevac, nel parco della tenuta di famiglia, all’ombra di un tiglio secolare. La decisione di tenere le esequie a Pozarevac è stata presa a maggioranza da un consiglio comunale, comunque, diviso. I partiti del presidente Tadic e del premier Kostunica hanno disertato la seduta. Seduta in cui si è decretato anche un giorno di lutto cittadino. Milosevic è morto nel carcere dell’Aja, sabato scorso, per un infarto al miocardio. I primi esami effettuati sul cadavere non hanno rilevato traccia di veleno o dosi eccessive di medicinali. L’inchiesta aperta dalla giustizia olandese va comunque avanti.

Sessanta i capi d’accusa che lo inchiodavano al banco degli imputati del Tpi, tra gli altri genocido, crimini di guerra e crimini contro l’umanità.