ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gran Bretagna, sperimentavano farmaci sul loro corpo: in 6 in ospedale

Lettura in corso:

Gran Bretagna, sperimentavano farmaci sul loro corpo: in 6 in ospedale

Dimensioni di testo Aa Aa

Infuriano le polemiche in Gran Bretagna dopo il ricovero in ospedale di sei persone, tutti volontari che si sottoponevano a una sperimentazione farmacologica. Due di loro versano in uno stato critico, e quattro sono giudicati gravi. Il problema principale per i sanitari è stabilire cosa esattamente sia accaduto, come spiega il dottor Kent Woods.

“Possono esserci diverse spiegazioni per l’accaduto. Potrebbe esserci stato un errore nel processo di fabbricazione delle sostanze, o nella preparazione dei dosaggi. Potrebbero esserci state reazioni anticipate non comparse prima in laboratorio. Tuttavia finchè non sarà finita l’inchiesta non possiamo avanzare ipotesi”. La vicenda ha già messo a rumore i media britannici, che rilanciano gli interrogativi sulla sicurezza delle procedure previste nelle sperimentazioni. Per verificare l’efficacia del preparato nella cura di sclerosi a placche e leucemia, i responsabili dei test, gli statunitensi di Parexel International, hanno retribuito i volontari con poco meno di 3.000 euro. Ma, secondo le denunce, senza informarli adeguatamente sui rischi. “Quando mi fecero vedere il contratto”, spiega Tom Edwards, “non mi hanno lasciato nemmeno il tempo di leggerlo. C’era uno che mi ripeteva a voce il suo contenuto invitandomi a firmare. Dopo che lo ha ripetuto tre o quattro volte mi sono venuti i dubbi”. L’incidente ai volontari britannici ha acceso i riflettori sul fenomeno delle sperimentazioni sull’uomo. Sono diverse migliaia ogni anno le persone – in maggioranza giovani e senza lavoro – che accettano di assumere farmaci da testare in cambio di denaro.