ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Polemiche sul TPI dopo la morte di Milosevic

Lettura in corso:

Polemiche sul TPI dopo la morte di Milosevic

Dimensioni di testo Aa Aa

L’avvocato di Milosevic insiste nell’affermare che il suo cliente potrebbe essere stato ucciso. Mentre la famiglia accusa il Tribunale dell’Aja di averlo fatto morire perché non gli ha consentito di curarsi all’estero, il legale Zdenko Tomanovic dichiara che alla vigilia della morte l’ex presidente jugoslavo ha scritto alle autorità russe per comunicare il timore di essere avvelenato. Nelle lettera, Milosevic riferiva che le sue analisi del sangue avevano rivelato la presenza di alte dosi di medicinali utilizzati esclusivamente contro la lebbra e la tubercolosi.Quest’ipotesi rischia di screditare l’operato del Tribunale dell’Onu per i crimini nella ex Yugoslavia. Ma il lavoro della Corte andrà avanti, come precisa la procuratrice Carla Del Ponte: “I maggiori responsabili sono ancora latitanti. Ora piu’ che mai mi aspetto che la Serbia finalmente arresti e trasferisca all’Aja Ratko Mladic e Radovan Karadzic al piu’ presto.“La consegna dell’ex generale e dell’ex leader serbo bosniaco è tra l’altro una condizione essenziale per spianare la strada all’ingresso della Federazione serbo-montenegrina nell’Unione europea.