ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Teheran: "Chi violerà i nostri diritti se ne pentirà"

Lettura in corso:

Teheran: "Chi violerà i nostri diritti se ne pentirà"

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Iran continuerà il suo programma nucleare e chi oserà violare i suoi diritti avrà di che pentirsene. Il presidente ultraconservatore Mahmoud Ahmadinejad ha arringato così la folla nella provincia del Lorestan, a occidente del Paese, alla vigilia dell’esame del rapporto nucleare iraniano all’Aiea. Teheran, ha aggiunto, non si piegherà ai ricatti né alla pressioni politiche.Il margine di manovra per un compromesso tra la comunità internazionale e la repubblica islamica è ormai ridotto a zero.

A Vienna l’esame del rapporto del presidente dell’Aiea El Baradei, iniziato stamani, dovrebbe terminare già nel primo pomeriggio. Seguirà quindi il deferimento automatico del dossier al Consiglio di sicurezza dell’Onu, dossier che approderà alle Nazioni Unite già la prossima settimana. Fallita la mediazione russa. A annunciarlo a Washington il ministro degli esteri russo Lavrov. Mosca proponeva a Teheran di arricchire l’uranio in Russia, concedendo all’Iran il permesso per un mini programma a fini di ricerca. Per Washington l’Iran ha sufficiente materiale nucleare per costruire dieci bombe atomiche.