ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Berlusconi non rinuncia al discorso televisivo, Prodi rifiuta il duello

Lettura in corso:

Berlusconi non rinuncia al discorso televisivo, Prodi rifiuta il duello

Dimensioni di testo Aa Aa

Sfuma il faccia a faccia Berlusconi-Prodi: il leader della coalizione di centro-sinistra ha fatto sapere che non parteciperà ai confronti in tv considerando inaccettabili le regole decise dalla maggioranza di governo. Contestata la conferenza stampa di fine legislatura che il premier Berlusconi intende tenere due giorni prima del voto del 9 aprile.

“Se rinuncia alla sua conferenza stampa, io il 13 vengo anche piedi al dibattito televisivo – ha detto Prodi – non è un problema: ne ho già vinti due e Berlusconi ha rifiutato di fare un dibattito nel 2001. Non è una tragedia se uno dei due rifiuta ma sia chiaro che non è il mio caso”. Candidato del centro-destra, Silvio Berlusconi non è comunque disposto a rinunciare al suo discorso come premier. “Credo che sottrarsi alle regole fissate dal parlamento sia un comportamento illegittimo – ha ribattuto Berlusconi – Esigerò dalla Rai di avere il tempo sufficiente per esporre il mio programma e il bilancio di questo governo nel corso dei suoi 5 anni di lavoro”. I presidenti della Rai e della commissione parlamentare di vigilanza giudicano a questo punto impossibile organizzare i dibattiti del 13 marzo e del 3 aprile. Il discorso di Berlusconi rimarrebbe invece fissato per il 7 aprile.