ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Austria: crociata dell'ex partito di Heider contro Costituzione e Turchia

Lettura in corso:

Austria: crociata dell'ex partito di Heider contro Costituzione e Turchia

Dimensioni di testo Aa Aa

Dal Paese presidente di turno dell’Unione un referendum contro la Costituzione europea e l’ingresso della Turchia. E’ il nuovo volto dell’estrema destra austriaca quello di Heinz-Christian Strache, leader dell’ex partito di Joerg Heider – che è ora al governo a capo di un’altra formazione politica.

L’Fpö ha promosso una raccolta di firme. “L’Europa non può permettersi la Turchia e neanche gli Stati Uniti: che cilascino in pace – dice il signor Heinrich Urschel – Noi non vogliamo e questo è il motivo per cui ho firmato”. Se entro venerdì l’Fpö raccoglierà 100.000 firme il parlamento sarà tenuto a dibattere la proposta di rendere obbligatori i referendum europei ma rimarrebbe libero di decidere. “L’Austria è diventata la mia seconda patria – dice Murat Caglar, venditore di kebab – E’ un Paese che adoro ma se gli austriaci votassero No la cosa mi renderebbe triste.” La manovra è vista più che altro come un tentativo di accreditare il partito come la vera espressione della destra in vista delle elezioni politiche dell’autunno prossimo quando la Fpö si troverà di nuovo a competere con l’ex leader Heider.