ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Aiea deve decidere se deferire l'Iran al Consiglio di Sicurezza dell'Onu

Lettura in corso:

L'Aiea deve decidere se deferire l'Iran al Consiglio di Sicurezza dell'Onu

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ il momento di decidere sul nucleare iraniano: l’Aiea apre le discussioni sul deferimento di Teheran al Consiglio di Sicurezza dell’Onu. Il direttore dell’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica, Mohamed el Baradei, presenta il rapporto finale sul programma nucleare iraniano davanti al Consiglio dei Governatori. Starà all’Assemblea decidere se trasferire il caso al Consiglio di Sicurezza, abilitato a imporre sanzioni.

Gli ultimi giorni sono stati un susseguirsi di dichiarazioni, congetture e stilettate tra Washington e Teheran. “Il regime iraniano ha dichiarato l’ambasciatore americano all’Onu John Bolton deve sapere che se continuerà a percorrere la via dell’isolamento internazionale dovrà affronatre conseguenze dolorose e tangibili. Più aspettiamo per confrontarci con la minaccia iraniana, più i problemi saranno difficli da risolvere”. L’Iran ha minacciato di riprendere l’arricchimento dell’uranio su scala industriale se venisse deferito al Consiglio di Sicurezza. I mediatori europei però avevano ribadito dopo i falliti negoziati di venerdì, che Teheran sarà in grado di rauggiungere questo livello non prima di due o tre anni. “Non esiteremo a difendere i nostri diritti legittimi ha insistito ieri il capo negoziatore iraniano per il nucleare Ali Larijani Consigliamo all’Occidente di non buttarsi in un gioco in cui è destinato a essere perdente”. Centinaia di iraniani sono scesi nuovamente in piazza ieri nella capitale per sostenere il governo. Teheran aveva proposto di riaprire le sue centrali agli osservatori e aspettare due anni prima di riprendere la produzione industriale pur continuando le ricerche. Per i mediatori europei non è stato sufficiente.