ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

AIEA: la riunione sull'Iran si apre in un clima più ottimista del previsto

Lettura in corso:

AIEA: la riunione sull'Iran si apre in un clima più ottimista del previsto

Dimensioni di testo Aa Aa

Mentre a Vienna l’opposiziobne iraniana in esilio manifestava davanti al sede dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica per chiedere il deferimento dell’Iran al consiglio di sicurezza dell’ONU, all’interno del palazzo si respirava un clima meno teso del previsto.

La cruciale riunione destinata a decidere in merito al conflitto in atto sulle ricerche nucleari iraniane si è aperta con le dichiarazioni ottimistiche del direttore dell’AIEA, il già premio Nobel Mohammed el Baradei: “Ognuno vorrebbe vedere bilanciati il diritto iraniano di usare l’energia atomica per scopi pacifici e la sicurezza per la comunità internazionale sul fatto che il programma persegua scopi esclusivamente pacifici. Come possiamo raggiungere questo equilibrio. qui sta tutta l’arte della creatività diplomatica per la quale io spero tutti si stiano impegnando”. Oggi era la “giornata dell’albero” in Iran. Il presidente Mahmoud Ahmadinejad ne ha approfittato per scegliere un registro più pacato. Ahmadinejad ha detto che l’Iran si mantiene sulla falsariga dei regolamenti internazionali, sperando che gli auspici della nazione iraniana vengano rispettati. In ballo ci sarebbe ancora la proposta lanciata da Mosca, che prevede l’arricchimento su scala industriale dell’uranio iraniano in Russia. Ma Teheren chiede di poter mantenere un’attività minore di questo tipo, anche sul proprio territorio, per la ricerca, e su questo, come anche sulla durata della moratoria sulla produzione di combustibile, il compromesso si sta ancora cercando.