ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Putin a Praga assume la responsabilità per il passato sovietico

Lettura in corso:

Putin a Praga assume la responsabilità per il passato sovietico

Dimensioni di testo Aa Aa

Non dimenticare le responsabilità morali del passato sovietico ma basare i rapporti presenti sul pragmatismo. Sono le direttrici che il presidente russo Vladimir Putin ha evidenziato durante la visita a Praga, seconda tappa, dopo l’Ungheria, del tuor negli ex paesi satellite, ora integrati nella Nato e nell’Unione Europea.

A Praga Putin, accolto dal presidente Vaclav Klaus, ha assunto la responsabilità morale per l’intervento dei tanks sovietici che nell’agosto del 1968 soppressero nel sangue il sogno d’instaurare un “socialismo dal volto umano”. Quando Putin parla di pragmatismo la mente vola alla questione energetica: nessuno deve dubitare dell’affidabilità di Mosca in fatto d’approvvigionamento, ha detto Putin. Il presidente russo non ha invece commentato le critiche alla sua politica in Cecenia: gli intellettuali guidati dall’ex presidente ceco Vaclav Havel hanno parlato di “ritorno all’autocrazia”.