ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Non si ferma la violenza in Iraq. Anche oggi tre attentati e decine di morti

Lettura in corso:

Non si ferma la violenza in Iraq. Anche oggi tre attentati e decine di morti

Dimensioni di testo Aa Aa

Nel giro di poche ore, tre attentati hanno colpito nuovamente Baghdad oggi, dopo una settimana segnata dalla violenza interreligiosa. Il più grave tra gli attacchi ha ucciso almeno 25 persone, una sessantina i feriti, soprattutto civili.

L’autobomba, esplosa in un quartiere a maggioranza sciita nell’area orientale della città, era parcheggiata vicino un posto di blocco della polizia, in una strada trafficata, con diversi negozi e una fermata di minibus. Un’ora prima una bomba era esplosa in un mercato delle pulci, nel centro della capitale, uccidendo almeno due persone e ferendone una decina. L’ordigno era piazzato vicino ad un chiosco che vendeva abiti d’occasione. All’inizio del pomeriggio, un terzo attentato, che non ha provocato vittime, ha colpito un altro quartiere orientale: un’autobomba è scoppiata vicino ad una moschea sunnita. La spirale di violenza si è aggravata nell’ultima settimana dopo l’attentato alla moschea d’oro di Samarra luogo sacro degli sciiti e le rappresaglie lanciate contro decine di moschee sunnite. Centinaia i morti. In un tentativo di mediazione, il primo ministro Ibrahim al Jaafari ha annunciato la formazione presto, su consiglio degli Stati Uniti, di un governo di unità nazionale, con la partecipazione dei sunniti