ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq, nuovi scontri sciiti-sunniti. Paura di una guerra in tutto il Medioriente

Lettura in corso:

Iraq, nuovi scontri sciiti-sunniti. Paura di una guerra in tutto il Medioriente

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli Stati Uniti ammettono per la prima volta di temere una guerra civile tra sciiti e sunniti che dall’Iraq potrebbe estendersi a tutto il Medioriente.

A parlarne è stato il vicepresidente Dick Cheney: “La scorsa settimana i terroristi hanno attaccato la Moschea dorata di Samarra, uno dei luoghi più sacri per gli sciiti. Un chiaro tentativo di innescare una guerra civile. C‘è da aspettarsi altri atti di violenza dai nemici della libertà”. Il conflitto tra le due fazioni religiose fa sempre più vittime in Iraq. Diversi corpi sono stati trovati ieri a Baquba, fra cui quello di un dignitario sunnita, mentre a Bagdad tre autobomba, un kamikaze e un ordigno stradale hanno provocato la morte di altre sessanta persone. L’attentato più sanguinoso è avvenuto tra una moschea sciita e un mercato: 25 le persone uccise. Ad Amarah due soldati britannici sono stati uccisi da un’autobomba, che ha distrutto due mezzi blindati e danneggiato anche un carro armato. E’ in questa città che venne girato il video di alcuni militari di Sua Maestà colti nell’atto di malmenare alcuni giovani iracheni. Una risposta alla distruzione di Samarra sarebbe anche l’attentato a Tikrit che ieri ha colpito la tomba del padre di Saddam Hussein, danneggiandola.