ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Serbia, smentita la cattura di Mladic ma si infittiscono le voci di una resa

Lettura in corso:

Serbia, smentita la cattura di Mladic ma si infittiscono le voci di una resa

Dimensioni di testo Aa Aa

Ratko Mladic arrestato, anzi no. La notizia della cattura del generale deiserbi di Bosnia è stata smentita da tutte le fonti ufficiali ma rimane insistente la voce di una sua prossima resa. Secondo alcuni quotidiani serbi si troverebbe in un luogo sicuro dove starebbe negoziando la sua consegna.

A Belgrado c‘è chi spera, e chi tifa: “Devono arrestarlo, il più presto possibile”, dice uno studente, Marko Pavlovic. “No, non devono prenderlo. Considerato tutto quello che è successo in questo paese perché arrestarlo?”, ribatte Dejan Rodic, musicista. Per molti estremisti le accuse contro di lui sono solo propaganda anti-serba. Eppure sono accuse pesanti: insieme al suo padrino politico Radovan Karadzic, anch’egli latitante, è ritenuto responsabile di genocidio per l’assedio di Sarajevo, costato la vita a 12.000 persone, e per il massacro di Srebrenica dove furono uccisi 8.000 musulmani bosniaci. La mancata consegna al Tribunale Penale Internazionale di Mladic e di altri cinque imputati potrebbe costare il congelamento dei negoziati per l’associazione della Serbia all’Unione Europea. Che l’arresto del generale sia stato dato per certo proprio ieri è visto tutt’altro come una coincidenza. La decisione su un’eventuale sospensione delle trattative dovrà essere presa dall’Unione Europea proprio la prossima settimana.