ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Le dimissioni di Calderoli non placano le polemiche. Delicato consiglio federale della Lega nord oggi a Milano

Lettura in corso:

Le dimissioni di Calderoli non placano le polemiche. Delicato consiglio federale della Lega nord oggi a Milano

Dimensioni di testo Aa Aa

“Basta polemiche, torniamo alla politica”. L’ex ministro Roberto Calderoli ha cercato di stemperare le tensioni all’interno del centrodestra italiano. La dichiarazione interviene a poche ore dal consiglio federale della Lega nord con all’ordine del giorno la possibilità di presentarsi da soli alle elezioni del nove aprile. Le dimissioni di Calderoli per una maglietta con una caricatura di Maometto e gli scontri a Bengasi, secondo Berlusconi, erano state concordate con il leader leghista Bossi. Ma le polemiche divampano.

“Non è un caso, secondo me, – ha detto il vicepremier Fini – che l’incidente vi è stato negli ultimi 20 giorni di legislatura. Perché siamo a ridosso del voto. E quindi la lega privilegia le ragioni della propaganda, e sbaglia completamente, rispetto alle ragioni della politica e dell’alleanza”. L’Italia era stata risparmiata dalle proteste musulmane. Fino a venerdì, quando un gruppo di estremisti ha attaccato la residenza diplomatica italiana nella Libia orientale. Negli scontri sono rimaste uccise 11 persone. La fiammata di tensione potrebbe intralciare la strategia di rilancio del centrodestra portata avanti dal premier nelle ultime settimane. Nuove violenze,o addirittura un attentato contro l’Italia, potrebbero annullare le speranze della casa delle libertà di vincere le elezioni.