ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Vignette di Maometto, violente proteste in Pakistan

Lettura in corso:

Vignette di Maometto, violente proteste in Pakistan

Dimensioni di testo Aa Aa

Hanno causato almeno due vittime, le proteste per le vignette satiriche sul profeta Maometto che infiammano il Pakistan. A Lahore migliaia di dimostranti hanno preso d’assalto banche e uffici di aziende occidentali, ingaggiando anche degli scontri con le forze di sicurezza intervenute per disperdere la folla.

Danneggiati dai tiri di pietre l’hotel Holiday Inn e numerosi ristoranti di catene statunitensi. Bruciate bandiere danesi e presa di mira anche la sede di una compagnia norvegese. Pesante la risposta dei reparti speciali, che hanno impiegato gas lacrimogeni e sparato con frequenza per aria. Analoghe manifestazioni anche nella capitale Islamabad, dove un corteo spontaneo ha distrutto un ritratto del presidente Musharraf e tentato di penetrare all’interno del quartiere che ospita le ambasciate. I dimostranti, in maggioranza studenti, sono riusciti ad arrivare a poca distanza dalla missione indiana. Più tardi, almeno 3000 persone hanno marciato sul parlamento, urlando slogan contro gli Stati Uniti. Numerosi anche gli arresti, al termine di quella che è stata la più dura giornata di protesta per la capitale pakistana. Ma la tensione resta: i principali partiti islamici hanno convocato una nuova mobilitazione nazionale per il prossimo 3 marzo.