ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Haïti: le manifestazioni per Preval sfociano nella violenza

Lettura in corso:

Haïti: le manifestazioni per Preval sfociano nella violenza

Dimensioni di testo Aa Aa

Ad Haiti la tensione latente degli ultimi giorni nell’attesa dei risultati delle presidenziali provoca almeno un morto. E’ il bilancio degli scontri avvenuti in serata tra i Caschi Blu dell’Onu e i sostenitori dell’ex presidente, candidato favorito alla poltrona di capo dello stato.

L’atmosfera è incandescente. Una marea umana accalcata per ore intorno al centro stampa del Consiglio Elettorale ha forzato il cordone di sicurezza e è penetrata nell’edificio. Per il terzo giorno consecutivo centinaia di haitiani sono scesi in piazza per chiedere che René Preval venga riconosciuto il vincitore delle elezioni del 7 febbraio. I dati parziali, con quasi il 90% dei voti scrutinati, danno a Preval il 48,73% delle preferenze, ben al di sotto del 54% atteso dai suoi sostenitori, sebbene si parli di “manipolazioni” in alcuni centri di conteggio. Le presidenziali rischiano quindi di terminare il 19 marzo con un secondo turno tra Preval e probabilmente Leslie Manigat, anch’egli ex capo di stato, finora al 12% circa dei voti. Per Preval sono scese per le strade della capitale Port-au-Prince le classi disagiate di cui l’ex presidente si è reso il portabandiera.