ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'influenza aviaria ha colpito l'Italia. Trovati 21 animali infetti

Lettura in corso:

L'influenza aviaria ha colpito l'Italia. Trovati 21 animali infetti

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo la Turchia e l’Africa, dopo i casi in Bulgaria e Grecia il virus sbarca nella penisola, il secondo paese dell’Unione europea in cui è scattato l’allarme. Fra Sicilia, Puglia e Calabria 21 cigni migratori sono risultati positivi ai test. In cinque casi è stato riscontrato il ceppo del virus H5N1, di un tipoaltamente patogeno. Il governo italiano invita alla calma.

Finora non si sono mai verificati casi di contagio da animali selvatici all’uomo. Le regioni dell’Italia meridionale dove sono stati trovati gli animali malati sono sulle rotte migratorie di alcune specie di usccelli. Secondo gli esperti però perché il virus diventi pericoloso è necessario il cosiddetto “salto di specie”, cioè la mutazione che permetterebbe all’agente patogeno di innesacere l’infezione da uomo a uomo.

In Grecia non si crede agli allarmismi: “Non sono per natura un fifone. credo siane state prese le contromisure adeguate”, dice un uonmo. Anche a Roma però, nella quiete di Villa Borghese ci si mostra fiduciosi: “In Italia mi sento al sicuro. Credo che l’influenza riguardi l’Asia, la Turchia, non qui”. Chi vive nelle regioni colpite resta inquieto e la notizia dei ritrovamenti ha però provocato una contrazione nella vendita di carni bianche.