ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gli Usa chiedono chiarimenti a Mosca: "Spieghino cosa vogliono da Hamas".

Lettura in corso:

Gli Usa chiedono chiarimenti a Mosca: "Spieghino cosa vogliono da Hamas".

Dimensioni di testo Aa Aa

Non si sono fate attendere le reazioni statunitensi all’annuncio del presidente Vladimir Putin di invitare in Russia esponenti del gruppo islamico radicale. “Vogliamo sapere esattamente”, ha detto il portavoce del dipartimento di Stato Sean McCormack, “cosa intendano fare i russi. Se questo incontro si farà ci aspettiamo che arrivi un messaggio chiaro e forte ad Hamas”.

Tutto era partito da una dichiarazione del presidente russo Putin che ieri, a margine del secondo giorno della sua visita di stato a Madrid, aveva annunciato l’intenzione di invitare nella capitale russa i rappresentanti di Hamas. Un riconoscimento politico internazionale importante per il gruppo integralista uscito vincitore dalle elezioni palestinesi del 25 gennaio passato. “Non possiamo bollare un’organizzazione come Hamas come terrorista”, ha detto Putin, “bisogna dialogare con tutti i soggetti coinvolti nella costruzione della pace in medioriente”. La sortita di Putin ha spiazzato i partner occidentali e la stessa Israele. Hamas fa ancora parte della lista di organizzazioni terroristiche stilata da Stati uniti e Unione Europea. Washington ha ricordato a Mosca come la Russia faccia parte del quartetto assieme all’Onu e Bruxelles e che ha firmato una dichiarazione che chiede a Hamas di riconoscere Israele. L’organizzazione inetegralista, dal canto suo, ha incassato le parole del presidente russo. Ismail Hanija, uno dei suoi leader e candidato a guidare il prossimo esecutivo palestinese ha affermato che i suoi dirigenti saranno lieti di accettare l’invito se questo verrà ufficialmente formalizzato da Mosca.