ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Iran lancia un concorso di vignette sul genocidio degli ebrei

Lettura in corso:

L'Iran lancia un concorso di vignette sul genocidio degli ebrei

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Iran contrattacca sulla vicenda delle caricature di Maometto: un giornale di Teheran, sostenuto dal municipio della capitale, ha annunciato il lancio di un concorso di vignette sull’Olocausto. Potranno partecipare disegnatori iraniani o stranieri. I dodici selezionati saranno premiati con monete d’oro.

Se gli Stati Uniti, così come diverse associazioni europee, si sono detti scandalizzati dall’iniziativa, l’organizzatore Davoud Kazemi crede che sia un’ottima provocazione: “C‘è una linea rossa da non oltrepassare. Lo hanno fatto nell’Occidente con le loro caricature, e adesso è il nostro turno fare vignette sui presunti fatti storici dell’Olocausto”. A dicembre, il presidente iraniano Mahmud Ahmanidejad aveva definito un “mito” il genocidio degli ebrei da parte dei nazisti. In Danimarca la preoccupazione sale. Il premier Anders Fogh Rasmussen non lo nasconde: “Stiamo assistendo a un aggravamento globale della crisi che rischia di sfuggure al controllo dei governi e delle autorità. In questo momento radicali, estremisti e fanatici stanno gettando benzina sul fuoco per poter perseguire i loro fini”. A Teheran la situazione è letteralmente in fiamme. Ieri i dimostranti hanno preso di mira l’ambasciata della Norvegia, gettando bottiglie incendiarie, e sono di nuovo tornati alla carica contro la sede diplomatica danese. Lì alcuni manifestanti sono anche riusciti a scavalcare i muri di cinta, prima di essere respinti dalla Polizia.