ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Haiti, disordini e ressa nel voto per un nuovo presidente e parlamento

Lettura in corso:

Haiti, disordini e ressa nel voto per un nuovo presidente e parlamento

Dimensioni di testo Aa Aa

Ressa e disordini ai seggi di Haiti: due persone hanno perso la vita strette nella folla decisa a votare per un nuovo presidente e parlamento. In migliaia hanno percorso chilometri a piedi per raggiungere un seggio. Nella capitale Port au Prince almeno 7 stazioni di voto erano chiuse, molte hanno aperto in ritardo.

Per Haiti queste elezioni, le prime dopo la cacciata in esilio di Jean Bertrand Aristide due anni fa, rappresentano la speranza di uscire da 20 anni di crisi e colpi di stato. A vigilare sul voto, oltre 200 osservatori internazionali e 9 mila caschi blu. Fra i trentatre candidati, il favorito è un alleato di Aristide, l’ex presidente Rene preval, che è sostenuto dalla maggioranza povera del paese e che è l’unico presidente della storia di Haiti ad avere portato a termine un mandato. Il suo principale rivale è l’industriale Henry Baker che gode invece del sostegno delle elite haitiana. Tra tre giorni si dovrebbero conoscere i risultati del voto.