ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Appello dei governi europei a ricucire il dialogo con l'Islam

Lettura in corso:

Appello dei governi europei a ricucire il dialogo con l'Islam

Dimensioni di testo Aa Aa

I capi di governo europei cercano di calmare gli animi sulla vicenda delle caricature del profeta Maometto ma violente proteste hanno continuato a susseguirsi anche ieri nei paesi musulmani. In Iran un migliaio di manifestanti hanno tentato di assediare l’ambasciata della Danimarca ma sono stati respinti dalla polizia, che ha usato gas lacrimogeni e fatto alcuni arresti.

Per il cancelliere tedesco Angela Merkel la reazione islamica è spropositata:“Capisco che sono stati toccati sentimenti religiosi – ha dichiarato – ma la violenza non può essere un metodo di confronto”. Poche ore prima della sede danese, anche l’Ambasciata d’Austria a Teheran era stata attaccata a sassi e bottiglie molotov. “Facciamo appello ai leader politici e religiosi del mondo islamico ad aiutarci a costruire ponti di dialogo – ha detto il cancelliere austriaco Wolfgang Schuessel – Abbiamo anche bisogno che si impegnino chiaramente a proteggere i cittadini europei e le istituzioni europee”. Da Copenhagen l’unità di crisi del Ministero degli esteri ha invitato i danesi a non recarsi in 14 paesi. Tra le località a rischio anche popolari mete turistiche come Marocco, Tunisia, Egitto. Diversi voli di conseguenza sono stati annullati. Il governo iraniano ha anche ordinato la sospensione di tutti gli scambi commericali con la Danimarca, che vede le proprie esportazioni a rischio anche in altri 19 paesi islamici.