ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia, ucciso un prete italiano. Forse l'odio religioso il movente

Lettura in corso:

Turchia, ucciso un prete italiano. Forse l'odio religioso il movente

Dimensioni di testo Aa Aa

Grava il sospetto dell’odio religioso, sull’assassinio in Turchia di don Andrea Santoro, sacerdote romano da anni parroco di Trazbon l’antica Trebisonda. Il prelato è stato ucciso a colpi di pistola da un giovane che dopo aver sparato, secondo una testimone, sarebbe scappato dalla finestra gridando “Allah akhbar”.

Don Andrea Santoro era arrivato in Turchia da qualche anno, ed era impegnato in attività missionarie, prima a Urfa, la città dove si ritiene sia nato Abramo, e poi a Trebisonda. La coincidenza dell’omicidio del prete con le manifestazioni antioccidentali in corso in molti paesi musulmani, Turchia compresa, ha subito fatto pensare a un collegamento tra i due fatti. Secondo fonti diplomatiche italiane però le indagini della polizia tenderebbero a leggere l’accaduto come il gesto di uno squilibrato o di un fanatico isolato. Grazie alle testimonianze la polizia ritiene inoltre di aver già identificato il possibile omicida – si tratterebbe di un ragazzo di 16 o 17 ani – che viene ora attivamente ricercato.