ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Prime vittime delle proteste contro le caricature di Maometto


mondo

Prime vittime delle proteste contro le caricature di Maometto

La collera mussulmana contro le caricature di Maometto fa le prime vittime. Oggi in Afghanistan un uomo è stato ucciso dalla polizia dopo aver aperto il fuoco su una folla di manifestanti e sugli agenti. Almeno altre quattro persone sarebbero rimaste ferite.

L’incidente si è verificato a Mehtarlam, nella regione di Laghman, centro est del paese: nella città erano scese in piazza centinaia di persone per protestare contro le vignette pubblicate in Danimarca il 30 settembre. In tutto l’Afghanistan migliaia di manifestanti si sono uniti alle proteste chiedendo la partenza delle truppe di Copenaghen dall’Iraq e la chiusura dell’ambasciata danese, protetta da un centinaio di militari della Nato e dalle forze dell’ordine locali. Altre proteste si sono registrate in Indonesia, sempre davanti all’ambasciata danese. Un morto anche in Libano per gli scontri di ieri in un quartiere cristiano di Beirut. L’ultimo bilancio fornito oggi dalla polizia parla anche di una cinquantina di feriti in seguito all’incendio appiccato da alcuni manifestanti all’edificio che ospita il consolato danese. 174 persone sono state arrestate, solo 38 libanesi, molti siriani e palestinesi. Il ministero degli esteri della Danimarca sconsiglia viaggi in 14 paesi mussulmani.
Storie correlate:

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Satira su Maometto, incendiata l'ambasciata di Norvegia a Damasco