ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Venerdì della collera: l'Islam protesta contro le caricature di Maometto

Lettura in corso:

Venerdì della collera: l'Islam protesta contro le caricature di Maometto

Dimensioni di testo Aa Aa

Iran, Iraq, Pakistan, Afghanistan, Medio Oriente… Il mondo islamico santifica il venerdì scendendo in piazza contro le vignette satiriche di Maometto che sempre più giornali in questi giorni hanno pubblicato in nome della libertà d’espressione.A Giacarta stamattina qualche centinaio di indonesiani ha manifestato e fatto irruzione nell’edificio che ospita l’ambasciata di Danimarca, paese dove per primo, lo scorso 30 settembre, sono apparse le dodici caricature del profeta giudicate blasfeme.Lanci di uova e pomodori e un po’ di caos, poi tutti sono tornati a casa senza grossi danni. Le manifestazioni si sono moltiplicate in Medio Oriente: a Ramallah, Gaza, Gerusalemme, Nablus, in migliaia hanno protestato bruciando bandiere danesi, francesi e norvegesi, mentre i predicatori tuonavano contro gli infedeli, alcuni minacciando di tagliare teste, altri invitando invece a lasciare tranquilli i cittadini di questi paesi, non responsabili degli atti giudicati criminali.A Gerusalemme c‘è stato qualche confronto acceso all’uscita della moschea tra fedeli palestinesi e poliziotti israeliani, ma senza conseguenze.L’editore di un settimanale giordano ha licenziato il suo caporedattore per aver pubblicato alcune delle caricature.Condanne sono arrivate anche da rappresentanti di paesi considerati amici dell’occidente, come il presidente afgano Hamid Karzai, o il parlamento pakistano che ha chiesto al governo di considerare la possibilità di avviare azioni economiche e politiche.