ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Naufraga un traghetto nel mar Rosso, forse un migliaio di morti

Lettura in corso:

Naufraga un traghetto nel mar Rosso, forse un migliaio di morti

Dimensioni di testo Aa Aa

Ci sono poche speranze di ritrovare altri sopravvissuti del naufragio della nave-traghetto al-Salam 98 partita da Duba, in Arabia Saudita e diretta a Safaga in Egitto. Sulle quasi millequatrocento persone a bordo ne sono state tratte in salvo dalle squadre di soccorso tra le 300 e le 400. Decine i corpi già recuperati.

Non c‘è ancora nessuna indicazione sulle possibili cause del disastro. L’imbarcazione era stata costruita in Italia nel 1970 ed era la motonave Boccaccio utilizzata dalla Tirrenia fino al 1998. In quell’anno è stata ceduta alla al-Salam maritime ed è passata sotto bandiera panamense. Nel corso del 2005 ha subito due ispezioni da parte del registro navale italiano ma nessuna di queste riguardava le dotazioni di sicurezza, controllo effettuato dalle autorità di Panama. E proprio dopo le voci sulla mancanza di sufficienti scialuppe di salvataggio a bordo il presidente egiziano Mubarak ha preteso l’apertura di un’inchiesta per far luce sulle cause della sciagura e per accertare quale sia lo stato degli altri traghetti che attraccano nei porti egiziani. La guardia costiera egiziana ha perso i contatti con la nave nella tarda serata di ieri. Una richiesta di soccorso sarebbe stata lanciata dalla al-Salam intorno alle due di notte locali. L’aeronautica militare britannica l’ha raccolta e l’ha girata alle autorità egiziane. Le condizioni atmosferiche non erano buone ieri nel Mar Rosso, con piogge e vento molto violenti.