ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cisgiordania, violenti scontri tra polizia israeliana e coloni nazionalisti

Lettura in corso:

Cisgiordania, violenti scontri tra polizia israeliana e coloni nazionalisti

Dimensioni di testo Aa Aa

Violenti scontri sono scoppiati in Cisgiordania, nell’avamposto di Amona, tra poliziotti israeliani antisommossa e i residenti, tutti ebrei ultranazionalisti. Gli agenti dovevano smantellare 9 costruzioni abusive, che sono state strenuamente difese dai coloni. 160 persone sono dovute ricorrere alle cure dei sanitari: tra loro, 60 poliziotti.Amona fa parte di una lista di 24 avamposti, destinati nelle intenzioni degli occupanti a diventare nuove colonie, che il primo ministro ad interim Ehud Olmert ha ordinato di smantellare. I coloni temono che il provvedimento preluda a un ritiro unilaterale dalla Cisgiordania, così come è avvenuto 6 mesi fa nella Striscia di Gaza.Per il premier si tratta di un rischio calcolato, a circa 2 mesi dalle elezioni politiche in cui il suo partito, Kadima, è dato per favorito.“Avete visto cosa stanno facendo a bambini e persone anziane – dice un colono -. Olmert pensa di diventare in questo modo più popolare. Io invece pregherò affinché abbia la giusta punizione alle prossime elezioni”.Alla fine le ruspe hanno avuto ragione della resistenza dei coloni. Non sono stati toccati invece gli occupanti di alcune roulottes, contro i quali il governo ha in corso una causa legale. Lo smantellamento degli avamposti fa parte degli impegni presi da Israele col suo principale alleato, gli Stati Uniti d’America, nell’ambito della “road map”.