ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Hamas respinge le aperture internazionali al futuro governo palestinese

Lettura in corso:

Hamas respinge le aperture internazionali al futuro governo palestinese

Dimensioni di testo Aa Aa

Si sono detti disponibili a collaborare col futuro governo palestinese ma i radicali di Hamas hanno già respinto la proposta. Le condizioni poste da Unione Europea, Stati Uniti, Onu e Russia sono che il gruppo rinunci alla violenza e riconosca lo stato d’Israele.

Secondo il segretario generale dell’Onu Kofi Annan, Hamas deve seguire la Road Map e convincersi che è giusto avere due stati. “Se Hamas accettasse questi principi e si trasformasse da movimento armato a gruppo politico che rispetta le regole – ha detto Annan – penso che la comunità internazionale non dovrebbe avere problemi a collaborare”. A Londra, alla riunione del quartetto internazionale che sostiene il piano di pace, Condoleezza Rice ha parlato della responsabilità che Hamas ora ha sulle spalle affinché perché i palestinesi possano vivere in pace. “Una vita pacifica che si può ottenere solo accettando la soluzione dei due stati”, ha detto il segretario di stato americano. Hamas ha subito risposto condannando le raccomandazioni ricevute: “Il Quartetto – ha detto un portavoce del gruppo – avrebbe piuttosto dovuto chiedere la fine dell’occupazione e dell’aggressione israeliana”.