ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In un video i due tedeschi rapiti in Iraq chiedono aiuto a Berlino

Lettura in corso:

In un video i due tedeschi rapiti in Iraq chiedono aiuto a Berlino

Dimensioni di testo Aa Aa

Una richiesta di aiuto al governo di Berlino. René Braunlich e Thomas Nitzschke, i due ingegneri tedeschi rapiti tre giorni fa in Iraq, nel video recapitato ad una tv satellitare araba chiedono un intervento delle autorità del loro paese che li aiuti a tornare in libertà.

Appello raccolto dal cancelliere Angela Merkel, che dopo una riunione straordinaria dell’Unità di crisi dedicata alla vicenda, ha parlato coi giornalisti. “In tutti i nostri sforzi, la vita e la salvaguardia dell’incolumità fisica dei nostri concittadini debbono avere priorità assoluta. Potete essere certi che non rallenteremo la nostra azione volta a fare di tutto per riportare a casa gli ostaggi, sani e salvi”. La Merkel ha poi chiesto ai rapitori di rilasciare al più presto i due ingegneri, e ha espresso solidarietà alle loro famiglie. Appelli per la liberazione dei due ostaggi giungono anche dall’Iraq, dove molte persone ne sottolineano ruolo nella ricostruzione del paese. “Se davvero sono iracheni e hanno a cuore l’Iraq, ai rapitori voglio dire solo una cosa: liberate i tedeschi, sono nostri amici”. Dopo l’intervento statunitense in Iraq, sono più di 200 gli stranieri rapiti. Molti di loro sono stati liberati dopo il pagamento di riscatti, mentre 54 sono stati uccisi.