ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Portogallo, eletto Cavaco Silva. "Collaborerò col governo socialista"

Lettura in corso:

Portogallo, eletto Cavaco Silva. "Collaborerò col governo socialista"

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ il primo presidente della repubblica portoghese di centro-destra, Anìbal Cavaco Silva, eletto ieri già al primo turno con un 50,6 dei consensi.

Ex premier, esponente del partito socialdemocratico che qui si colloca tra la destra moderata, Cavaco Silva ha subito detto di voler cooperare col governo a guida socialista, essendo ben consapevole del valore della stabilità. “Il mio risultato non è la sconfitta di nessuno, ma semplicemente la vittoria del Portogallo”, ha detto nella notte ai suoi sostenitori che lo festeggiavano. “Sarò il presidente di tutti i portoghesi”, ha aggiunto. Secondo numerosi osservatori, davanti a un paese in netta crisi di bilancio, e con una disoccupazione che sfiora l’8 per cento, ha giocato a favore di Cavaco Silva la sua formazione da economista. Il successo personale di Manuel Alegre – poeta e vicepresidente socialista del parlamento, candidato indipendente, che ha raggiunto il 20,7 per cento – non basta comunque a nascondere la divisione della sinistra, arrivata a queste elezioni con cinque candidati. Alegre sottolinea la voglia di protagonismo della base socialista, e auspica per il Portogallo una “democrazia partecipativa”. Per il socialista padre-della-patria e due volte presidente Mario Soares, invece, il risultato equivale a una cocente sconfitta. Col 14 per cento superato di poco, Soares riconosce di aver perduto e si congratula col vincitore. “Mi assumo la responsabilità della sconfitta”, ha detto l’ottantunenne uomo politico, che si è dichiarato poi “a disposizione del paese”.