ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Presidenziali portoghesi: giornata di riflessione dopo due mesi di campagna elettorale

Lettura in corso:

Presidenziali portoghesi: giornata di riflessione dopo due mesi di campagna elettorale

Dimensioni di testo Aa Aa

Celebrati gli ultimi comizi, oggi in Portogallo è giornata di riflessione. Domani quasi nove milioni di elettori sceglieranno il successore di Jorge Sampaio alla presidenza del paese. Nonostante un milione di indecisi, il favorito resta Anìbal Cavaco Silva, candidato di centro destra 66enne, ex ministro delle finanze. Silva ha perso terreno negli ultimi giorni, ma dovrebbe riuscire a raccogliere intorno al 52% dei voti.

Dietro a lui ha cinque sfidanti di una sinistra frammentata. Il più pericoloso è il poeta e deputato socialista Manuel Alegre che a queste presidenziali corre come indipendente, ripudiato dal partito che ha preferito appoggiare una leggenda della politica lusitana: uno dei “padri della patria”, Mario Soares, dato ben più indietro dai sondaggi. L’81enne leader storico del partito socialista, ex presidente, aspira a un nuovo mandato, ma avrebbe solo il 15 per cento delle intenzioni di voto. Il comunista Jeronimo de Sousa secondo tutti i sondaggi non riuscirà a ottenere più del 7 per cento.