ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La "guerra della carne", nuovo capitolo dei dissapori Mosca-Kiev

Lettura in corso:

La "guerra della carne", nuovo capitolo dei dissapori Mosca-Kiev

Dimensioni di testo Aa Aa

La Russia impone l’embargo sulle importazioni di carne dall’Ucraina e scoppial’ennesimo capitolo del gennaio nero nei rapporti Mosca-Kiev.

Il ministero dell’agricoltura russo ha disposto il blocco di carni e latticiniucraini definiti “di dubbia qualità”, sino a quando non saranno certificati adeguati controlli da parte delle autorità di Kiev. L’Ucraina, risponde da Kiev il ministro dell’agricoltura, nel 2005 ha destinato alla Russia il 60 per cento delle sue esportazioni di derivati del latte e chiede di rivedere tale posizione: l’economia del Paese conta sulla Russia, primo partner per scambi economici e sociali. Il 2006 è cominciato con il piede sbagliato: i dissidi fra i due ex Paesi sovietici – sfociati ora nella disputa sul possesso e l’utilizzo dei porti della Crimea – stanno avendo serie ripercussioni sulla politica interna ucraina. Il braccio di ferro sul gas si era risolto in extremis il 4 gennaio con la firma di un accordo della durata di 5 anni sulla fornitura di gas naturale. Un accordo che tuttavia è costato al governo del premier Yuri Yekhanurov la sfiducia del Parlamento e la bocciatura dell’intesa raggiunta dal presidente Viktor Yushenko con il monopolista russo Gazprom.