ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mofaz: "L'Iran e la Siria dietro l'attentato suicida di ieri a Tel Aviv"

Lettura in corso:

Mofaz: "L'Iran e la Siria dietro l'attentato suicida di ieri a Tel Aviv"

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ l’accusa del ministro della difesa israeliano, Mofaz, secondo il quale l’azione suicida rivendicata dalla Jihad islamica che ha ferito diciannove persone, sarebbe stata pianificata sull’asse Tehran-Damasco.

Nel corso di una riunione straordinaria del gabinetto al ministero della Difesa, Mofaz ha detto di avere prove inequivocabili che l’attentato è stato finanziato dall’Iran, pianificato a Damasco ed eseguito dalla Jihad di Nablus. Secondo molti l’obiettivo della Jihad, una organizzazione radicale palestinese tradizionalmente filoiraniana, sarebbe quello di creare il caos nella fase elettorale. Per Raanan Gissin, portavoce del governo israeliano, “Il movimento palestinese di liberazione è stato letteralmente dirottato dai radicali islamici guidati da Iran e Siria”. Ieri a Damasco, dove si trova in visita, il presidente iraniano Ahmadinejad aveva diffuso una dichiarazione comune con il suo omologo siriano al-Assad in cui si esprime appoggio alla causa dello stato palestinese e al diritto di rientro per i profughi, e si rinnova il sostegno a quella che viene definita “la legittima resistenza allo stato sionista”.