ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spagna, tornano in Catalogna gli archivi strappati a Barcellona da Franco

Lettura in corso:

Spagna, tornano in Catalogna gli archivi strappati a Barcellona da Franco

Dimensioni di testo Aa Aa

Hanno lasciato Salamanca per tornare in Catalogna dopo quasi settant’anni gli gli archivi della guerra civile: cinquecento casse di documenti, un’enorme banca dati voluta dal dittatore Francisco Franco.

Sono stati trasportati a mano fuori dal centro storico: la città di Salamanca ha impedito ai furgoni di caricare le casse sotto l’edificio dell’archivio, in un estremo tentativo di evitare il trasferimento a cui si oppone da anni. L’ala conservatrice, ancora forte in questa città che fu il primo quartier generale militare di Franco, non ha accettato di buon grado la restituzione dei documenti, una vicenda che si aggiunge alla crescente insofferenza nei confronti dell’autonomia catalana. Alla fine della Guerra Civile nel 39, Francisco Franco fece trasportare 12 camion di documenti appartenenti a cittadini catalani da Barcellona a Salamanca: un enorme archivio che doveva servire alla repressione dei nemici politici del regime, sospetti comunisti e massoni. I documenti saranno raccolti dal governo catalano, che li richiede da oltre vent’anni e intende esporli al pubblico a partire dal 25 gennaio.