ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Influenza aviaria: mancano metà dei fondi. La Turchia conta il 21° caso

Lettura in corso:

Influenza aviaria: mancano metà dei fondi. La Turchia conta il 21° caso

Dimensioni di testo Aa Aa

La Cina, che ospita la conferenza mondiale sull’influenza aviaria, ha promesso un po’ più di 8 milioni di euro: per il piano triennale anticatastrofe però ci vorrebbe almeno un miliardo.

Contando il prestito della banca mondiale e il contributo dell’Unione Europea all’appello manca ancora la metà del necessario. “Amici, le decisioni che prenderete oggi determineranno il nostro modo di agire. Non c‘è tempo da perdere. Facciamoci trovare pronti”, ha detto in un video-messaggio il segretario generale dell’Onu Kofi Annan. Gli ha fatto eco il presidente della Banca mondiale Paul Wolfowitz: “Sappiamo dall’esperienza che se la comunità internazionale non sostenesse queste misure ora, il costo potenziale per il mondo sarebbe molto più elevato nel lungo periodo”. In Turchia un altro bambino è stato testato positivo al virus: un altro come il piccolo Muhammet, che non migliora. Nel paese si è dunque arrivati a contare 21 casi di influenza aviaria. Fuori dall’ospedale di Van gli allevatori cercano di tranquillizzare a modo loro: per convincere che mangiare uova e pollo cotti è sicuro hanno organizzato una grigliata.