ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Dossier nucleare iraniano: la troika europea convoca una riunione dell'Aiea

Lettura in corso:

Dossier nucleare iraniano: la troika europea convoca una riunione dell'Aiea

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Iran sempre più vicino ad una convocazione di fronte al Consiglio di Sicurezza dell’Onu e a possibili sanzioni. Ad avere alcune riserve sembra essere rimasta solo la Cina, dopo una riunione a porte chiuse a Londra dei membri permanenti del Consiglio e della Germania.

“Il Consiglio di sicurezza dell’Onu deve assumere la responsabilità di occuparsi della questione” ha detto il ministro degli esteri britannico Jack Straw. La Troika europea chiederà una riunione d’urgenza dell’Aiea per il 2 e il 3 febbraio. Francia Germania e Gran Bretagna hanno già iniziato a redigere una bozza di risoluzione, per chiedere all’Agenzia dell’Onu per l’energia atomica di portare il dossier nucleare iraniano al Palazzo di Vetro. Il Parlamento iraniano si è detto pronto a reagire bloccando ogni collaborazione con l’Agenzia dell’Onu per l’energia atomica. Il ministro per l’economia Davood Danesh Jafari ha ripetuto le minacce lanciate domenica: in caso di sanzioni, Teheran risponderà con un rialzo del prezzo del petrolio. A Londra di fronte all’edificio dove si è discusso il dossier iraniano, si è tenuta una manifestazione di esponenti dell’opposizione iraniana in esilio contro il presidente Mahmoud Ahmadinejad. I manifestanti chiedono un’azione dell’Onu e sanzioni immediate per il regime di Teheran. L’Iran ha ripreso l’attività di arricchimento dell’uranio a scopi che definisce civili: ma la comunità internazionale teme che i fini siano soprattutto militari.