ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Regno Unito: Gordon Brown propone la festa nazionale britannica

Lettura in corso:

Regno Unito: Gordon Brown propone la festa nazionale britannica

Dimensioni di testo Aa Aa

Cosa significa oggi essere britannico? Una festa nazionale potrebbe aiutare a dare una risposta. Il ministro dello scacchiere Gordon Brown, dopo l’unità dimostrata dai britannici in occasione degli attentati di Londra, fa un passo deciso verso la celebrazione dell’identità nazionale, non nel nome dell’esclusione, dice, ma per dare un senso comune di società a diverse culture.

“Qual è l’equivalente britannico del 4 luglio americano, o del giorno del ringraziamento, oppure ancora del 14 luglio francese?” si chiede. Eppure qualche decisione per valorizzare l’identità nazionale, la Gran Bretagna l’ha già presa: dallo scorso novembre per ottenere la cittadinanza bisogna dimostrare di conoscere il paese superando un test con 24 domande. La cittadinanza viene poi conferita durante una cerimonia con tanto di giuramento. “E’ una buona idea dice una ragazza specialmente per chi viene da altri paesi, in modo che conosca meglio la Gran Bretagna, il suo sistema scolastico e la sua organizzazione politica”. Gordon Brown, da molti considerato come il possibile successore di Blair alla premiership nel 2009 o nel 2010, ha proposto come data per la festa nazionale l’undici novembre, giorno dell’armistizio della prima guerra mondiale.