ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Milano: 100 mila donne per difendere la 194. Roma: in 50 mila per i PACS

Lettura in corso:

Milano: 100 mila donne per difendere la 194. Roma: in 50 mila per i PACS

Dimensioni di testo Aa Aa

“Usciamo dal silenzio” si leggeva sullo striscione che ha aperto, a Milano, la manifestazione delle donne in difesa della legge sull’aborto. La 194 ha quasi trent’anni, ma in questi ultimi mesi è tornata al centro del dibattito, innestandosi sulla polemica in atto sull’influenza politica della Chiesa in Italia.

In 100 mila hanno raggiunto il capoluogo lombardo, brandendo vecchi simboli, con ironia: “Li spazzeremo via – diceva una manifestante – Sono venuta con una scopa perché le streghe sono tornate. Li spazzeremo via, il governo, Ruini e tutta la loro combriccola…perché noi donne abbiamo il diritto di decidere quello che dobbiamo e possiamo fare”. “Tutte le donne si stanno mobilitando – aggiungeva un’altra militante – perché la libertà delle donne è la conquista culturale più importante di un paese moderno e avanzato”. Fra tante donne c’erano anche degli uomini. Uno di loro ha dichiarato: “Sono venuto qui a Milano per difendere la laicità dello stato”. Il corteo milanese era gemellato con quello organizzato nel pomeriggio a Roma a favore dei PACS, i patti civili di solidarietà, e delle unioni omosessuali. Nell’ambito della manifestazione, che ha riunito almeno 50 mila persone, il giudice della Cassazione Giovanni Palombarini avrebbe dovuto celebrare, simbolicamente, cinque unioni, ma poi non lo ha fatto. Il cambio di programma è avvenuto all’ultimo momento, per evitare provvedimenti disciplinari.