ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Influenza aviaria: un'altra morte sospetta di una bambina turca

Lettura in corso:

Influenza aviaria: un'altra morte sospetta di una bambina turca

Dimensioni di testo Aa Aa

In Turchia si cerca di far luce sulle cause della morte di una bambina di due anni e mezzo. In un primo tempo si era parlato di un nuovo caso di influenza aviaria ma i medici dell’ospedale di Dyarbakir hanno smentito che la malattia sia all’origine del decesso. Nella zona non vi sarebbero infatti volatili contaminati dal virus H5N1, mortale per l’uomo.

In Turchia l’influenza aviaria ha contaminato 18 persone, tra cui 16 bambini. Le morti accertate causate dal virus sono tre. Quest’esplosione virale alle porte dell’Europa ha fatto reagire le istituzioni dell’Unione che hanno elargito ottanta milioni di euro ai paesi colpiti. Il commissario europeo alle relazioni esterne Benita Ferrero Waldner: “La nostra filosofia consiste nell’attaccare il problema alla fonte. Ci focalizziamo dunque sull’aiuto agli Stati terzi che stanno mettendo a punto le loro strategie nazionali di lotta contro la malattia”. E mentre proseguino gli abbattimenti di massa di pollame turco ci si prepara per la conferenza dei Paesi donatori che comincerà martedì a Pechino. L’obiettivo annunciato dagli europei è di raccogliere un miliardo di euro in tre anni per far fronte a una possibile pandemia. Buone notizie arrivano comunque dalla Turchia dove due bambini di 12 e 10 anni, ai quali era stata diagnosticata l’influenza aviaria, sono guariti grazie alle cure ricevute.