ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ricerca e innovazione: cresce il divario tra Europa e Giappone. L'Italia è a metà classifica

Lettura in corso:

Ricerca e innovazione: cresce il divario tra Europa e Giappone. L'Italia è a metà classifica

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Giappone continua la sua corsa nel campo delle nuove tecnologie e dell’innovazione, gli Stati Uniti seguono, ma l’Europa arranca e al suo interno ha una situazione di luci e ombre. E’ lo scenario descritto da un rapporto della commissione europea sulla capacità di innovazione dell’Unione dei venticinque, di Norvegia, Svizzera e dei paesi candidati.

La classifica stilata da Bruxelles mette ai primi posti i paesi nordici, Finlandia, Svezia e Danimarca, e la Germania.

L’Italia si colloca nella fascia media, insieme a Gran Bretagna e Francia.

Buono il risultato di Portogallo e Repubblica Ceca che stanno recuperando il ritardo.

Fanalino di coda a sorpresa per la Spagna, che si ritrova insieme a Turchia, Romania e Bulgaria.

Secondo gli esperti, la debolezza dell’Italia è dovuta essenzialmente alle basse performance delle scuole professionali, e della formazione continua.

L’Italia registra un alto livello di diffusione di Internet ad alta velocità ma la crescita continua ad essere frenata dalla scarsa cooperazione sull’innovazione tra le piccole e medie imprese, da un crollo della disponibilità di capitali per nuove aziende, e dagli scarsi investimenti nelle nuove tecnologie.