ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Centinaia di morti per la calca al pellegrinaggio alla Mecca

Lettura in corso:

Centinaia di morti per la calca al pellegrinaggio alla Mecca

Dimensioni di testo Aa Aa

Una carneficina. Ancora una volta i riti finali del pellegrinaggio alla Mecca sono stati caratterizzati dalla morte di centinaia di fedeli. Il bilancio comunicato dalle autorità saudite è di almeno 345 morti e di un centinaio di feriti.

I pellegrini si trovavano sul ponte di Jamart quando il fiume di gente ha cominciato ad ingrossarsi. Per la calca numerose persone sono rimaste schiacciate. Durante il passaggio sul ponte i fedeli effettuano il lancio di pietre contro tre stele che simboleggiano Satana. È il momento più simbolico del pellegrinaggio del Hajj ma anche il più pericoloso. È proprio qui che ogni anno avvengono questo tipo di tragedie. Nel febbraio 2004 persero la vita 250 persone. Ma il pellegrinaggio più luttuoso fu quello del luglio 1990 quando morirono asfissiati o calpestati quasi in 1.500. Lo haj è uno dei cinque precetti dell’Islam. Ogni buon musulmano deve compierlo almeno una volta nella vita. Quest’anno si conta che vi abbiano preso parte almeno due milioni e mezzo di persone.