ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il presidente ucraino Yushenko critica il parlamento dopo la sfiducia al governo

Lettura in corso:

Il presidente ucraino Yushenko critica il parlamento dopo la sfiducia al governo

Dimensioni di testo Aa Aa

A margine delle celebrazioni per l’insediamento del presidente kazako, Viktor Yushenko, presidente dell’Ucraìna, è tornato sul voto di sfiducia al governo di Kiev.

“Penso che il parlamento sia stato eletto quattro anni fa senza i sufficienti standard democratici. E alcune volte assume delle iniziative poco costruttive”. La ragione per far cadere il governo è stata fornita dalla conclusione del conflitto sul gas. Gli ucraini, che ora dovranno pagare il combustile a un prezzo doppio, sembrano comprendere la decisione parlamentare. “La sfiducia al governo è giustificata. L’accordo sul gas non è soddisfacente e neanche il modo nel quale sono state condotte le trattative” “È una questione complessa. Ma credo che fosse la cosa giusta da fare. Le condizioni dell’accordo sul gas sono ingiuste per l’Ucraina”. Yushenko ha comunque deciso di non nominare un nuovo premier al posto dello sfiduciato Yekhanurov. Il governo resterà in carica fino alle elezioni politiche del prossimo 28 marzo. Il malcontento per la vicenda del gas potrebbe favorire l’ex alleata del presidente Yushenko, Yulia Timoshenko che a settembre venne allontanata dalla guida del governo.