ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina, il parlamento licenzia il governo. Yushenko: "Decisione incostituzionale"

Lettura in corso:

Ucraina, il parlamento licenzia il governo. Yushenko: "Decisione incostituzionale"

Dimensioni di testo Aa Aa

L’occasione è giunta dal dibattito sul controverso accordo con Mosca sul gas, una intesa che raddoppia i prezzi delle forniture e che non piace all’opposizione. Così 250 dei 450 deputati del parlamento ucraino hanno votato la mozione di sfiducia che destituisce l’esecutivo, e fa infuriare il presidente Viktor Yushenko.

A caldo, il leader della rivoluzione arancione, ha definito “incostituzionale” il voto della Camera, basato su una legge in vigore dal primo gennaio ma non ancora perfezionata, e ha annunciato un ricorso alla Corte Suprema. Per il premier Yekhanurov, al potere da settembre scorso dopo aver preso il posto della a sua volta defenestrata Yulia Timoshenko, si profila un periodo di difficoltà fino alle elezioni politiche previste per marzo. Gli osservatori sottolineano come la nuova frattura nel gruppo dirigente ucraino abbia origine dalla disputa sul prezzo del gas e dai difficili rapporti con Mosca, ex potenza di riferimento che gli arancione vorrebbero sostituire con Bruxelles. I recenti movimenti politici a Kiev stanno invece facendo riemergere posizioni critiche rispetto a Yushenko, e più interessate invece a riannodare i legami con la Russia.